il mio mondo

Archivio per gennaio, 2012

31 GENNAIO

E per chiudere in bellezza il mese…una poesia! E ho anche deciso di fare le cose per bene (sì, mi faccio i complimenti da sola.. 😛 ) quindi c’è anche il video con la lettura.. buon ascolto!

Звук осторожный и глухой
Плода, сорвавшегося с древа,
Среди немолчного напева
Глубокой тишины лесной...

“Suono cauto e sordo
del frutto, che si è staccato dal ramo,
nell’ incessante melodia
della profonda quiete boschiva”

[di Osip Mandel’stam]


30 GENNAIO

“E non tento affatto di giudicare una persona che mi è stato dato di incontrare, se non dopo aver appreso la sua fede sincera sulla morte. La più grande intelligenza e il più grande fascino è vero che mi potrebbero ingannare”

[Il segreto del dottor Honigberger-di Mircea Eliade]

Di solito non commento le citazioni perchè..beh, perchè si commentano da sole! Ma volevo sottolineare la “curiosità” di questa (insomma…è strana!) ma suppongo che, in fondo, ognuno abbia bisogno di avere dei punti fermi.


29 GENNAIO

“Se è davvero così, se ti senti tra parentesi, permettimi allora di infilarmici dentro, e che tutto il mondo ne rimanga fuori, che sia solo l’esponente al di fuori della parentesi e ci moltiplichi al suo interno.”

 

[Che tu sia per me il coltello-di David Grossman]


28 GENNAIO

“Lolita, luce della mia vita, fuoco dei miei lombi. Mio peccato, anima mia.”

 

[Lolita-di  Vladimir Nabokov]


27 GENNAIO-GIORNO DELLA MEMORIA

“Guai a sognare: il momento di coscienza che accompagna il risveglio è la sofferenza più acuta. Ma nn ci capita sovente, e non sono lunghi sogni: noi non siamo che bestie stanche.”

 

 

“Si esita a chiamarli vivi: si esita a chiamar morte la loro morte, davanti a cui essi non temono perchè sono troppo stanchi per comprenderla.”

 

“Strano, in qualche modo si ha sempre l’impressione di essere fortunati, che una qualche circostanza, magari infinitesima, ci tranttenga sull’orlo della disperazione e ci conceda di vivere.”

 

[Se questo è un uomo-di Primo Levi]


26 GENNAO

“Fu stabilito che le anatre dovessero disintossicarsi dal fumo. Acquistarono una scatola di cerotti alla nicotina e si dedicarono alla complicata impresa di acchiapparle una per una e di appiccicarglieli sotto le penne.”

 

[Gli incubi di Hazel-di Leander Deeny]


25 GENNAIO

“Il peggio, nel peggio, è l’attesa del peggio.”

 

[La prosivendola-di Daniel Pennac]