il mio mondo

16 FEBBRAIO

” -Come ci riesci?- chiesi d’istinto al Matto.  -Cambi di anno in anno, di luogo in luogo. Non ti rammarichi mai che nessuno davvero ti conosca come la persona che eri quando sei nato?-
Il Matto scosse con lentezza il capo. -Non sono la persona che ero quando sono nato. Neanche tu. Non conosco nessuno che lo sia. Davvero, Fitz, noi conosciamo solo sfaccettature dell’altro. Forse sentiamo di conoscere bene qualcuno quando conosciamo molte sue sfaccettature. Padre, figlio, fratello, amico, amante, marito… un uomo può essere tutto questo, ma nessuno lo conosce in tutti quei ruoli. Ti guardo e vedo il padre di Ticcio, eppure non ti conosco come conoscevo mio padre, e non lo conoscevo bene come lo conosceva suo fratello. Quindi quando mi mostro in una luce diversa, non è una finzione. Piuttosto mostro un aspetto diverso al mondo. C’è davvero un luogo nel mio cuore dove sono per sempre il Matto e il tuo compagno di giochi. E dentro di me c’è un autentico messer Dorato, amante del buon vino e del cibo ben preparato e dei vestiti eleganti e dei discorsi arguti. E così, quando mi mostro come messer Dorato, non sto ingannando nessuno, sto solo mostrando una parte diversa di me.- ”

 

[Il destino dell’assassino- di Robin Hobb]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...