il mio mondo

Archivio per marzo, 2012

31 MARZO

Questa volta resto in Italia, per la poesia del mese… ma metterò lo stesso un video, che è il meno peggio di quelli che ho trovato… non c’è storia… mi sa che i russi sono i migliori nel recitar poesie!!!

Kmq… torniamo alla poesia.. signori e signore…ecco a voi… Ugo Foscolo. ALLA SERA:

 

Forse perché della fatal quïete
Tu sei l’imago a me sì cara vieni
O sera! E quando ti corteggian liete
Le nubi estive e i zeffiri sereni,

E quando dal nevoso aere inquïete
Tenebre e lunghe all’universo meni
Sempre scendi invocata, e le secrete
Vie del mio cor soavemente tieni.

Vagar mi fai co’ miei pensier su l’orme
che vanno al nulla eterno; e intanto fugge
questo reo tempo, e van con lui le torme

Delle cure onde meco egli si strugge;
e mentre io guardo la tua pace, dorme
Quello spirto guerrier ch’entro mi rugge.


30 MARZO

“Okumi era argentea, col naso nero, ed era una telecamera.
– Dichiaro aperta l’operazione Elianto – disse Iri con decisione, puntando Okumi sugli amici.
Rangio approvò quelle parole con un arpeggio di chitarra e Boccadimiele fece ruotare la lama del coltello tra le dita, veloce come non si vede neache in un bar di Marsiglia.
Perché quando i nostri intrepidi periferici ragazzi entravano in azione, erano cazzi per tutti.”

 

[Elianto- di Stefano Benni]


29 MARZO

“Pensai che giustificazioni di questo tipo non sarebbero mai passate di moda. Né tra le forze delle Tenebre, né tra i più disonesti degli esseri umani.

La colpa è tutta sua! Lui aveva un bell’appartamento, una bella macchina, un telefonino costoso, io invece solo tre rubli in tasca, un alcolismo ormai cronico e mal di testa tutte le mattine. Ecco perché l’ho aspettato sotto casa con un mattone in mano, signor direttore… Lei aveva le gambe lunghe, diciassette anni e un bel fidanzato, io invece sono impotente, nascondo le riviste pornografiche sotto il cuscino e sono brutto come uno scimmione. Come facevo a non saltarle addosso? Lui aveva un lavoro interessante, viaggiava in tutto il mondo e godeva di un’ottima reputazione, io invece una laurea comprata, un impiego modesto e una pigrizia cronica. Solo per questo ho fatto in modo che l’accusassero di malversazione e lo cacciassero dall’azienda…

Sono tutti uguali: sia gli uomini che gli Altri bramano fama, soldi, sangue, convinti che la via più breve sia sempre quella del male.”

 

[Gli ultimi guardiani- di Sergej Luk’janenko]


28 MARZO

“Cadere è volare. Il problema non è precipitare, ma saper atterrare.”

 

[L’eredità di Thuban- di Licia Troisi]


27 MARZO

“Ricorda, Rebecca! Siamo noi i soli artefici del nostro inferno!”

 

[Il ladro di anime- di Paul Doherty]


26 MARZO

Se non potessi dargli nome, sarei in grado di capirlo? Sarei in grado anche solo di sentirlo?

 

[Matched-di Ally Condie ]


25 MARZO

“A ciascuno i suoi bastioni reazionari, sono cose che non si possono spiegare.”

[Né di Eva né di Adamo- di Amelie Nothomb]