il mio mondo

31 MAGGIO

E per la poesia di oggi… un altro autore romeno… uno dei miei preferiti (il che la dovrebbe dir lunga, ma dettagli…)

Ecco a voi “Lacustra” di George Bacovia

 

De-atătea nopţi aud plouând, 
Aud materia plângând… 
Sunt singur, şi mă duce-un gând
Spre locuinţele lacustre.
Şi parcă dorm pe scânduri ude,
în spate mă izbeşte-un val –
Tresar prin somn, şi mi se pare 
Că n-am tras podul de la mal.
Un gol istoric se întinde, 
Pe-aceleaşi vremuri mă găsesc… 
Şi simt cum de atâta ploaie 
Piloţii grei se prăbuşesc.
De-atătea nopţi aud plouând, 
Tot tresărind, tot aşteptând…
Sunt singur, şi mă duce-un gând 
Spre locuinţele lacustre.

Traduzione di Marco Cugno:

Da tante notti odo piovere,
Odo la materia piangere…
Sono solo, assorto nel pensiero
Delle dimore lacustri.

Mi vedo steso su fradicie assi,
Un’onda mi spinge alla deriva-
Sussulto nel sonno, incerto
Se abbia levato il ponte dalla riva.

Un vuoto storico si estende,
Mi ritrovo in tempi remoti…
E nella pioggia diluviante
Sento crollare i pesanti piloti.

Da tante notti odo piovere
Nel mio abbrividito attendere…
Sono solo, assorto nel pensiero
Delle dimore lacustri…”

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...