il mio mondo

QUI Sì CHE LA CULTURA E’ UNA COSA SERIA!

Sottotitolo1: Il caso Jane Eyre di Jasper Fforde.


Sottotitolo2: Quest’uomo è un genio!
Sottotitolo 3: Se fossi in voi al posto di leggere questo post correrei a leggere il libro.

Sì, beh… mi è piaciuto, ma direi che questo si è capito. E’ che questo libro è semplicemente geniale. Mi ricorda un sacco Terry Pratchett, ma più per “adulti” se mi si passa questo paragone. (Non che Terry Pratchett sia per bambini, o meglio, non che sia solo per loro, kmq…).

Prendete una protagonista dal nome decisamente memorabile, Thursday Next, una tipa con la testa sulle spalle, che non si perde in seghe mentali inutili e al posto di occupare pagine e pagine con riflessioni della profondità dubbia si butta nell’azione (non che ce l’abbia con le eroine con la testa fra le nuvole, eh! ma apprezzo la novità).

Mettetela in una realtà parallela, nell’Inghilterra del 1985, in guerra da 131 anni con la Russia per il dominio della Crimea e un dipartimento di operazioni speciali (OPS) alquanto speciali.

Ora aggiungete tutto ciò che vi viene in mente, ma proprio tutto (va bene, va bene, non ci sono i dinosauri… è un peccato, lo so, ma abbiamo i dodo! bisogna pur accontentarsi, no??) e ricordate che la cultura è una cosa seria! (I libri sono il bene più prezioso, basterebbe questo per adorarlo! :P)

Non dimenticate lo zio svampito Mycroft, geniale inventore con la testa fra le nuvole e  la sua dolce metà Polly, assistente dotata. Se avessi una coppia di pappagalli li chiamerei esattamente come loro. (Non che abbia in programma di entrare in possesso di pappagalli… ma non si sa mai!)

Mescolate il tutto, con vampiri, licantropi, semidemoni, dirigibili, manoscritti, futuristi e raffaeliti, agitando bene… ah! non dimentichiamoci dei baconiani!!! (Qua abbiamo i testimoni di Geova, che passano di porta in porta per portare la parola del Signore (o svegliare chi dorme in santa pace, tutta questione di punti di vista) loro hanno i baconiani (ma ci  sono anche i marlowiani) che suonano di porta in porta per convincere la gente che le opere di Shakespeare sono state scritte in realtà da Francis Bacon)

Aggiungere il cattivo di turno, che più cattivo non si può, ma che con un nome simile non può essere altro (Acheron Hades)(sono geniali anche i nomi!!!!!!! )

Cuocete a fuoco lento, salando a piacere con richiami letterari, citazioni, e quant’altro possa essere attinente alla letteratura et voilà! il capolavoro è pronto….

Ora voglio un dodo domestico e aspetto paziente che un baconiano suoni alla mia porta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...