il mio mondo

14 NOVEMBRE

“Nella mia prima gioventù fui un sognatore, mi piaceva accarezzare alternativamente le immagini ora tetre, ora gioiose, dipinte dalla mia inquieta e avida immaginazione. Ma cosa m’è rimasto di tutto ciò? Solo stanchezza, come dopo una battaglia notturna con gli spettri, e un inquieto ricordo pieno di rimpianti. In questa inutile lotta ho consumato sia il calore dello spirito sia la costanza della volontà necessari per la vita vera; sono entrato in questa vita avendola già vissuta con il pensiero, e ho provato noia e schifo, come chi legga una brutta imitazione di un libro che conosce da tempo.”

 

[“Un eroe del nostro tempo” di M. J. Lermontov]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...