il mio mondo

10 DICEMBRE

“Ma se sonno era, è lecito domandare di che natura può mai essere un sonno simile? Rappresenta esso un mezzo di difesa dell’organismo, un letargo, per cui i ricordi più amari, gli avvenimenti che si direbbe debbano infrangere per sempre un’esistenza, sono spazzati via da un’ala oscura, che ne attenua le asprezze e li cosparge d’un dorato pulviscolo, il quale conferisce anche ai più brutti, ai più ignobili, un certo lustro, un certo fulgore? E’ dunque necessario che di tanto in tanto la morte ponga il suo dito sul tumulto della vita, onde impedirle di spezzarci? La natura umana è dunque di tale fattura da dover prendere la morte a piccole dosi, giorno per giorno, per poter continuare la vita?”

 

[“Orlando” di Virginia Woolf]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...