il mio mondo

Articoli con tag “giobbe covatta

1 NOVEMBRE

“Lama:

A) parte di un coltello, rasoio o spada.
B) monaco buddista del Tibet.
C) camelide americano dal pelo foltissimo allevato soprattutto in Perù che sputa come una bestia.
Secondo voi quale di queste tre definizioni è più adatta?
Scrivetelo su una cartolina postale e mandatela a «Scommettiamo che!» Viale Mazzini, Roma. Parteciperete all’estrazione finale e potrete vincere 1000 lama (poi vi voglio vedere con 1000 monaci buddisti in giro per casa).”

 

[“Pancreas” di Giobbe Covatta]


1 LUGLIO

“Arrivò la maestra, tutti ci aspettavamo una suora, invece era una laica, ma sembrava proprio una suora perché aveva la barba e soprattutto quei baffi come solo suore e carabinieri si possono permettere. Aveva un’età indefinibile, era una di quelle donne che non sai mai se hanno ottantadue o ottantatre anni.”

 

[“Pancreas. Trapianto dal libro cuore” di Giobbe Covatta]


1 GIUGNO

“E gli Angeli in coro dissero: «Signore, passi per Sodoma, città di Sodomiti, ma… Perché hai distrutto anche Gomorra?» E il Signore rispose: «Mah… Gomorra città di Gomorroidi… Mi faceva un po’ schifo!»”

 

[“Parola di Giobbe” di Giobbe Covatta]


1 MAGGIO

“Nulla è più emozionante del primo giorno di scuola. Me lo ricordo: era già dal 23 luglio che facevano la disinfestazione per i topi, avevano vinto i topi e ce ne erano alcuni grossi come cammelli.
Il bidello sorrise e aprì il portone; il portone cadde e aprì il bidello, che ancora sorride: è rimasto sotto ridotto come una specie di radiografia. Lo portarono in ospedale in busta chiusa.
Tutti i bambini entrarono di corsa urlando, anche perché cercavano di sfuggire agli spacciatori. Le aule erano splendide: pavimenti di cotto, prosciutto cotto, quello delle merende degli anni passati, azzeccato per terra. Per rendere trasparenti le finestre erano stati rotti i vetri. I nemici nascosti dell’igiene, grossi come tacchini, aspettavano i bambini in smoking: il primo giorno di scuola era anche per loro una grande occasione.”

 

[Pancreas- di Giobbe Covatta]


1 APRILE

“All’inizio era il Verbo… Il complemento oggetto venne molto tempo dopo.”

 

[Parola di Giobbe- di Giobbe Covatta]


1 MARZO

“Dalla prima lettera di Ezechiele

Siam tre piccoli porcellin,
siamo tre maialin.
Mai nessun ci dividerà
ponzi ponzi pà.

Saluti affettuosi,
Gimmi.

P.S.
Abbracci da Timmi e Tommi.”

 

[Parola di GIobbe- di Giobbe Covatta]


1 GENNAIO-SESSO FAI DA TE

Accidenti..la prima citazione dovrebbe essere qualcosa di importante, qualcosa che mi abbia colpito per un qualche motivo serio, qualcosa che rimanga impressa…insomma..è la prima, dev’essere memorabile!!

Bene, ora che l’ho scritto posso anche andare avanti con un bel “Ma chi se ne frega!” Io mi auguro che quest’anno sia pieno di risate come lo è stato quello passato, e le risate voglio augurarle anche a voi..perciò la citazione è geniale..è memorabile.. ma..insomma.. è quel che è..:P

 

“Vergine è una persona che giammai ha avuto rapporti coniugali: extra-vergine è una persona che giammai ha avuto rapporti extraconiugali”

[Giobbe Covatta- Sesso fai da te]